Arredare un monolocale: consigli e idee

Il segreto per arredare un monolocale è l’estrema organizzazione degli spazi. Pochi elementi, quelli indispensabili, disposti con intelligenza in modo da poter sfruttare tutta la superficie disponibile. Anche l’ordine è molto importante, ogni cosa deve essere tenuta al suo posto, perché un ambiente caotico sembra sempre più piccolo.

Seguendo questa regola base arredare un monolocale, anche piccolissimo, non è affatto un impresa difficile. Inoltre, seguendo qualche piccolo suggerimento che ti trovi qui di seguito, l’arredamento del tuo monolocale sarà non solo funzionale, ma anche esteticamente riuscito.

Come arredare un monolocale

Arredare casa quando non si hanno limiti di budget e si può scegliere liberamente, facendoci aiutare da professionisti del settore, è sempre più semplice. Questo non significa che non si possa fare da soli e con un budget più limitato. In realtà, spesso, i risultati meglio riusciti si ottengono proprio quando le difficoltà ci spingono ad impegnarci al massimo. E’ una sfida da cui vogliamo uscire vittoriosi.

arredare monolocale

La prima regola è quella di scegliere pochi mobili, quelli essenziali. La funzionalità prima di tutto.

La seconda regola riguarda i colori. Nell’arredamento di un monolocale è bene partire dal bianco, innanzitutto nelle pareti ma anche nel mobilio. Il bianco, infatti, rende l’ambiente più luminoso e arioso, aumentando la percezione dello spazio. Se vi piace un ambiente vivace utilizzate i colori e la fantasia per i complementi, come i cuscini, le coperte, le lampade, i soprammobili.

La terza regola è quella di sfruttare tutti gli spazi, soprattutto in altezza: utilizzate scaffali su cui collocare gli oggetti di cui avete bisogno.

Uno dei problemi da risolvere, quando si arreda un monolocale, è la divisione degli spazi, soprattutto la zona giorno dalla zona notte. Potete utilizzare un divisorio, ma che sia leggero, per esempio trasparente, perché uno spazio molto piccolo chiuso dà l’idea di claustrofobia. Un altro sistema potrebbe essere quello di utilizzare una diversa pavimentazione: in questo modo l’ambiente è visivamente diviso senza andare a serrare troppo gli spazi.

Come arredare un monolocale con soppalco

Il soppalco è la soluzione ottimale per sfruttare un piccolo spazio al massimo. Nella stessa metratura si ricavano due ambienti diversi.

Il soppalco, con il suo gioco di vedo non vedo, viene sempre utilizzato come zona più intima e raccolta della casa. Salendo in alto, ci si isola dalla zona giorno e da quelle che sono le attività quotidiane per dedicarsi al riposo.

Per questo il soppalco viene sempre utilizzato come camera da letto, il luogo adibito al riposo per eccellenza.
arredamento di un monolocale

Arredare un monolocale piccolissimo

Ci sono monolocali e monolocali. Alcuni possono arrivare anche a 40 m, mentre altri sono grandi quanto una stanza.

Va da sé che arredare un monolocale piccolissimo, di 25 o – ancor meno, 15 mq, è ancora più difficile. Ma è possibile trovare spazio per tutto quello che ci serve.

Vediamo come possiamo arredare monolocali piccolissimi.

Arredare un monolocale di 15 mq

Arredare un monolocale di 15 mq significa essenzialmente condensare un intero appartamento in una stanza.

Collocate in un angolo un piccolo cucinotto con un tavolo a ribalta, da aprire e chiudere all’occorrenza.

Una buona soluzione per il letto è quello di utilizzare un modello soppalcato, in modo che sotto ci sia posto per un piccolo armadio in cui collocare i vestiti e la biancheria da tavolo.

Arredare un monolocale di 25 mq

Con 10 mq in più abbiamo spazio anche per una libreria e un piccolo armadio. Per ottimizzare gli spazi al meglio potete optare per un letto a scomparsa, che da chiuso sembra un armadio.

Un altro elemento di mobilio utile è una consolle allungabile con apertura a libro. L’ideale da usare come mini scrivania in cui appoggiare il PC, è perfetta anche come tavolo quando siete da soli, mentre in caso di ospiti potete allungarla ribaltando il piano su se stesso.

Arredare un monolocale di 35 mq

Arredare un monolocale di 35 mq significa che bisogna calibrare la dimensione dei mobili, ma abbiamo spazio per tutto ciò che ci serve nella quotidianità: una piccola cucina, un tavolo da 4 persone, una piccola madia e uno scaffale da adibire a libreria. Se vi piace l’idea di una zona giorno completa potete anche optare per un divano letto: durante il giorno divano e la sera si trasforma in comodo letto. Ovviamente non mancherà l’armadio per i vestiti.

letto a scomparsa Kentaro aperto + consolle allungabile chiusa

letto Kentaro chiuso + consolle Isotta aperta

Arredare un monolocale al mare

Un monolocale al mare è un utile pied-à-terre per trascorrere le vacanze o i weekend d’estate.

Soprattutto se si trova a due passi dalla spiaggia, può essere un’idea carina arredarlo a tema mare.

Incominciamo dalla zona giorno: scegliete tessuti a righe bianche e blu, poltrone in rattan, quadri a tema marinaresco, specchi con cornice a conchiglie, lampade con lo stelo a forma di pesce.

Anche gli accessori da cucina possono essere a tema mare: elettrodomestici azzurri, piatti con fantasie geometriche che ricordano le isole della Grecia, piatti da portata a forma di pesce.

Le pareti rigorosamente bianche, a catturare tutta la luce del sole.

Per la camera da letto scegliete un mobilio in legno chiaro: armadio, comò, comodino e anche il letto, tutto in coordinato.

consolle allungabile Azalea

Come arredare un monolocale con pochi soldi

Quasi tutti ci passiamo. La prima vera e propria casa da soli è la nostra scelta di indipendenza, la nostra prima isola felice. Ma i soldi per arredarla scarseggiano, anzi, sono praticamente nulli.

Come fare, quindi, ad arredare un monolocale con pochi soldi?

Incominciate concentrandovi sull’essenziale, quegli elementi di cui non si può fare a meno: la cucina, il tavolo, il letto e la lavatrice. Del resto non crucciatevene troppo, lo acquisterete strada facendo. Nel frattempo, vi può bastare un semplicissimo stand per appendere i vestiti.

Ricercate il prezzo migliore, che di solito si trova online e non nei negozi.

Ritinteggiare è al di là della vostra portata, ma potete trovare un ottimo palliativo acquistando una carta da parati allegra e raffinata. In commercio ne esistono tantissime. L’ultima moda in fatto di decorazioni delle pareti è la carta da parati in stile Jungle, con piante tropicali.

Un consiglio? Scegliete mobili di taglio moderno e di colore bianco.

Questo per 3 motivi.

Innanzitutto perché lo stile moderno, come quello nordico, risultano molto eleganti e funzionali anche se costano poco.

In secondo luogo, il bianco sta bene con tutto e può essere facilmente abbinato in futuro.

Per ultimo, vivacizzare un arredamento bianco e neutro è facilissimo: si puntare sulle decorazioni, che non sono mai una spesa ingente. Aggiungete accessori vivaci come cuscini, tappeti e soprammobili colorati.

 

Non preoccupatevi, in spazi piccoli si possono fare grandi cose.

Quale consiglio ti è sembrato più utile? Scrivicelo nei commenti.