0721.482700info@casaarredostudio.itIl magazine sull'arredamento di CasaArredoStudio

Tavolini da salotto: misure, posizione e consigli per la scelta

L’ambiente living è uno spazio da vivere, che deve coniugare estetica e funzionalità in ogni sua parte.

Tra i primi ambienti della casa che vengono visti dagli ospiti, il salotto deve essere progettato tenendo conto che rappresenta un luogo perfetto dove rilassarsi senza pensare a nulla, in compagnia di un buon libro o delle persone più care. Ecco perché è il caso di lavorare non solo sui mobili, ma anche sui complementi.

Tra i più apprezzati ci sono i tavolini da salotto, che devono abbinarsi in maniera equilibrata al resto degli arredi. Come sceglierli al meglio? Ecco qualche semplice consiglio per voi che non volete lasciare nulla al caso quando arredate il salotto.

Consigli per scegliere il tavolino da salotto

Il tavolino da salotto è un must have della zona giorno, un elemento di arredo centrale, su cui cadono gli occhi. Il tavolino da salotto può fare la differenza tra un arredo scialbo o un arredo di stile.

Il suo ruolo non è solamente decorativo, al contrario ha un ruolo attivo piuttosto importante. Infatti viene utilizzato come punto di appoggio per collocare la lampada da lettura, libri, riviste, per appoggiare le tazze di tè e caffè… La sua presenza nei pressi del divano è fondamentale per poter avere a portata di mano tutti gli oggetti di cui abbiamo bisogno nei nostri momenti di relax.

Per scegliere il tavolino giusto per il proprio soggiorno, occorre tenere in mente alcuni fattori. Vediamoli insieme.

Abbinamento e armonia

Il primo suggerimento del quale tenere conto quando si parla di tavolini da salotto riguarda l’abbinamento con il resto dell’arredamento.

Si può ragionare prima di tutto in ottica di stile. Ecco che, quindi, un salotto arredato in stile classico diventa il contesto più interessante per tavolini in legno. Se lo stile è invece più moderno, il materiale più interessante è il metallo.

tavolo legno salotto

Chi si orienta verso lo stile minimal, invece, può trovare nel vetro una fantastica soluzione per alleggerire l’insieme estetico.

tavolo salotto vetro

Nello stile scandinavo il tavolino è tondo, in legno oppure in un colore scuro, come il grigio o il nero.

Aggiungi un tocco di stile con una coppia di comodini dallo stesso design ma di dimensioni diverse, meglio ancora se di due colori diversi.

Un’impronta boho chic? Un tavolino etnico, in rattan o in vimini.

L’altezza del tavolino è fondamentale

Il tavolino da salotto, o tavolino da caffè, deve essere sempre almeno un paio di centimetri più basso della seduta del divano. Questo per facilitare il prendere e il posare gli oggetti sulla sua superficie, che sia una rivista o un bicchiere.

La stessa cosa vale se il tavolino, invece di essere posto davanti al divano, è accanto al divano. In questo caso il tavolino sarà più alto, ma dovrà sempre seguire la regola di essere qualche centimetro più basso del bracciolo.

Dove collocarlo

Un altro criterio che è bene considerare quando si sceglie un tavolino da salotto è il suo posizionamento. Non bisogna lasciare le cose al caso, perché si rischia di mettere a rischio la funzionalità.

Per fare un esempio interessante al proposito, è bene ricordare che il tavolino da salotto destinato a stare vicino al divano dovrebbe essere leggermente più basso rispetto al bracciolo, così da dare la possibilità a chi è comodamente seduto di riporre oggetti – p.e. libri – o suppellettili da cucina, per esempio le tazzine da caffè.

tavolo salotto estendibile

Se, invece, si ha intenzione di sistemare il tavolino davanti al divano, il consiglio è di sceglierne uno della medesima altezza rispetto alla seduta.

Fate attenzione allo spazio di destinazione

I consigli per chi vuole scegliere tavolini da salotto perfetti non finiscono certo qui! Non bisogna infatti dimenticare l’importanza della destinazione e delle esigenze salva spazio.

Ecco perché, per esempio, un tavolino da salotto fisso può non essere il massimo per chi ha una casa piccola e ha la necessità di spostarlo al bisogno. Chi, invece, ha un salotto particolarmente grande, può acquistarne uno e magari metterlo davanti al divano per fare una figura davvero ottima con i propri ospiti. Chi ha meno spazio può optare per un tavolino più leggero, scegliendo magari una soluzione che svolge anche la funzione di contenitore.

tavolo porta oggetti salotto

In questo modo sì che si risparmia spazio e si ha la possibilità di sfoggiare in salotto una vera chicca d’arredamento! Con la destinazione si può essere anche molto creativi. Cosa ne dite di un bel tavolino porta riviste? In questo caso si può anche giocare molto con le forme e il design! Lo stupore degli ospiti è assicurato.

E’ bene posizionare il tavolino a una distanza di 40 cm dal divano, in modo che sia abbastanza vicino per prendere e riporre gli oggetti sulla sua superficie, e allo stesso tempo sia abbastanza lontano per potersi muovere liberamente, e anche per allungare le gambe comodamente.

Cosa mettere sul tavolino da salotto

Il tavolino da salotto ha una funzione sia decorativa che pratica. Infatti è un oggetto di arredo centrale nel living, un vero e proprio must have senza il quale la zona divano non risulta completa.

Oltre a questo, però, ha anche una funzione importante come piano di appoggio. Ci si può collocare una lampada da lettura, dei libri o delle riviste. Inoltre è fondamentale la sua funzione quando riceviamo ospiti: è qui che appoggiamo le tazze di caffè o i bicchieri di vino. La comodità del tavolino da soggiorno è proprio quella di poter avere un utile piano di appoggio mentre ci si rilassa seduti comodamente sul divano.

Come collocare gli oggetti sopra il tavolino da salotto in modo che risultino esteticamente piacevoli?

Potete giocare accostando oggetti di design dello stesso stile, come una coppia di vasi da fiori di diversa dimensione e una lampada che vi si accosti bene.

Oppure, al contrario, potete puntare su una voluta eterogeneità, di stili e di colore, per creare movimento e allegria.

tavolino da salotto Rufus

Il fai da te: cosa utilizzare come tavolino da salotto

Scegliere il tavolino da salotto può stimolare la nostra creatività se intendiamo utilizzare un elemento di mobilio già esistente e adibirlo a nuova funzione, oppure crearne uno ex novo.

Nel primo caso, un’idea carina è quella di utilizzare un vecchio baule, quelli antichi dei nostri nonni, come piano di appoggio per il salotto. L’effetto che si crea è un ambiente famigliare e ricco di calore.

Per creare un tavolino da salotto fai da te, uno spunto potrebbe essere quello di utilizzare dei pallet. L’arredamento risulta moderno, semplice e originale.

 

Se l’arredamento è divertimento e creatività, i tavolini da salotto aiutano a scoprire con particolare soddisfazione questo lato del design d’interni. Versatili dal punto di vista funzionale ed estetico, possono essere scelti tenendo conto anche della sostenibilità, optando per modelli in legno Bello, vero? Certo che sì! Chi è davvero appassionato di arredamento non potrà che gioire al pensiero di scegliere un tavolino da salotto!

 

Cosa ne pensate dei nostri consigli? Scriveteci il vostro parere o la vostra esperienza nei consigli.

 

Andrea Mobili
Andrea Mobili
Con l'arredamento già nel nome, era fondamentalmente impossibile che l'interior design non divenisse per me una passione, prima ancora che un lavoro. Collaboro con testate e blog che si occupano di arredo e dintorni, con un'attenzione particolare alle novità e all'innovazione di settore.
Ultimi articoli

Scrivi un commento

Contattaci!

Contattaci per un'informazione, un suggerimento, un acquisto..

Not readable? Change text. captcha txt
Shares
Consolle Bassano, stile Shabby ChicCome arredare un attico in grande stile