0721.482700info@casaarredostudio.itIl magazine sull'arredamento di CasaArredoStudio

Guida completa alla pulizia del parquet

By
In Tips

Il parquet è il pavimento più bello che si possa avere in casa: caldo, silenzioso, ricco di tradizione.

I vantaggi di un pavimento in parquet sono innumerevoli, tuttavia bisogna seguire alcune accortezze per non danneggiarlo, come non spostare i mobili trascinandoli, o non versarci sopra sostanze che possano macchiarlo, come l’olio.

Trattandosi di un materiale naturale, il legno richiede una pulizia più delicata rispetto ad altre tipologie di pavimento.

Come pulire il parquet senza rovinarlo? Leggi il post per saperne di più.

Tutti gli step da seguire per pulire il parquet senza rovinarlo

La pulizia del parquet prevede essenzialmente tre step: rimuovere la polvere, il lavaggio e infine la lucidatura. Mentre le prime due fasi vanno effettuate con regolarità, la terza può avvenire anche saltuariamente.

Vediamo insieme gli step da seguire per una corretta pulizia del parquet, compresi i rimedi per rimuovere eventuali macchie.

come lavare il parquet

Rimuovere la polvere

La prima cosa da fare quando si lava il parquet, è passare un panno elettrostatico oppure l’aspirapolvere sulla superficie, per rimuovere tutta la polvere che vi si posa quotidianamente.

Lavare il parquet

Il lavaggio del parquet va eseguito solo ed unicamente con prodotti delicati. Vanno evitati detergenti chimici troppo aggressivi, come detergenti a base di ammoniaca, candeggina o solventi.

Il nostro consiglio è quello di utilizzare solo detergenti appositi per parquet, oppure semplicemente un panno inumidito con acqua tiepida.

Il termine inumidito non è utilizzato a caso. Infatti, i pavimenti in legno non amano l’eccesso d’acqua, che potrebbe infilarsi nelle fessure tra un listello e un altro e farlo gonfiare.

Per questo bisogna sempre utilizzare panni ben strizzati, ed evitare l’utilizzo del mocho, che cattura e trattiene troppa acqua. Inoltre mentre si passa lo straccio è bene arieggiare la stanza tenendo le finestre aperte, in modo che il pavimento si asciughi immediatamente senza trattenere l’umidità.

Per lo stesso motivo va evitato l’utilizzo delle macchine da lavaggio a vapore sul parquet, a meno che non prevedano una funzione apposita per i pavimenti in legno.

A volte per igienizzare a fondo il parquet l’acqua non basta. Un ottimo rimedio per pulire i pavimenti in legno è una soluzione composta da acqua e alcol etilico.

Nei parquet non trattali a olio un’ottima sostanza per igienizzare e sgrassare il parquet senza rovinarlo è l’aceto. Nei parquet oliati, invece, è meglio non utilizzarlo.

Lucidare il parquet

Dopo il lavaggio, lo step successivo è lucidare il parquet.

La tradizione vuole che si utilizzi la cera per il pavimento, stendendola con movimenti circolari in senso orario per poi rimuoverla con movimenti circolari in senso antiorario (il notissimo “Dai la cera, togli la cera”), per poi camminare scivolando sulle pattine per le ore successive per non creare aloni.

In realtà si può ottenere un effetto lucido e brillante anche con qualche goccia di olio di oliva, che può aiutare anche in caso di piccoli graffi. Per distribuirlo sul pavimento utilizza un panno di lana.

Togliere le macchie dal parquet

Prevenire è meglio che curare, si sa. Quando si ha un pavimento in parquet è molto importante fare attenzione a non provocare segni o macchie sul legno, evitando di formare strisci con sassolini sotto le scarpe, spostando sedie e mobili senza utilizzare gli appositi feltrini oppure ribaltando sul pavimento sostanze oleose.

Tuttavia, può capitare. In questi casi, come possiamo rimediare?

Il bicarbonato di sodio è una mano santa: si può utilizzare per rimuovere i tipici segni neri lasciati dalle scarpe, oppure per eliminare macchie d’olio.

Nel primo caso, occorre cospargerlo sulla striatura nera, e poi spruzzarci sopra acqua e aceto. Il composto frizzerà sul bicarbonato, poi, una volta conclusa la reazione, si può rimuovere il tutto con una spugna morbida. Scompariranno tutti i segni.

Sulle macchie, invece, il bicarbonato di sodio va lasciato agire al naturale per circa una mezz’ora. Trascorso questo lasso di tempo, rimuovendo la polvere vedrai che la macchia d’olio si sarà riassorbita.

In caso di macchie più ostinate provate a sfregare sulla macchia del cotone imbevuto in cera d’api naturale.

come pulire il pavimento in legno

Come pulire diversi tipi di parquet

Di parquet non ne esiste una sola tipologia, ma diversi tipi, prodotti con diversi materiali e con tecniche differenti.

Innanzitutto il parquet può essere in legno massello o laminato.

Il legno massello, ovvero il legno naturale, può essere a sua volta lasciato grezzo, ovvero non trattato, oppure può essere oliato, verniciato, spazzolato.

Il parquet laminato è realizzato in diversi strati di materiali, di cui l’ultimo è una pellicola di film plastico. Questo materiale è più resistente e meno delicato del legno massello.

A parte qualche piccola differenza che andremo ad elencare di seguito, la pulizia dei diversi tipi di parquet è pressoché la stessa: per tutti la cosa migliore è utilizzare un panno in microfibra inumidito.

Quali sono, invece, le caratteristiche peculiari nella pulizia di ciascun tipo di parquet?

Parquet oliato

Per la pulizia del parquet oliato non si deve utilizzare l’aceto, che potrebbe rovinarlo.

Parquet verniciato

Nella pulizia del parquet verniciato, oltre al panno in microfibra e acqua, si possono impiegare anche i detergenti che usiamo per la ceramica.

Parquet grezzo in legno massello

Il metodo più efficace e sicuro per il lavaggio del pavimento in legno non trattato è di utilizzare acqua e sapone naturale, come quello di Marsiglia.

Parquet laminato

Per la pulizia del parquet laminato è meglio non utilizzare la cera né altri prodotti oleosi. Il rischio è quello di formare una patina che attira e trattiene la polvere.

come pulire il parquet in modo naturale

Prodotti e panni da utilizzare per lavare il parquet

Facciamo un rapido riepilogo dei prodotti e gli strumenti che utilizzare e non utilizzare per la pulizia del parquet.

Per rimuovere la polvere sono ugualmente efficaci un panno elettrostatico oppure l’aspirapolvere o la scopa elettrica.

Per il lavaggio è più che sufficiente un panno in microfibra o un asciugamano in puro cotone imbevuto in acqua e poi strizzato bene. Fai attenzione a non utilizzare troppa acqua, che potrebbe gonfiare il pavimento. In alternativa si può usare un detergente delicato specifico per i pavimenti in legno.

Per lucidare utilizza la cera d’api oppure qualche goccia di olio di oliva.

Come pulire il parquet in modo naturale utilizzando aceto, alcool e vapore

Per la pulizia del parquet non servono detergenti di produzione industriale, al contrario è meglio utilizzare sostanze naturali, come l’aceto, l’acol e l’olio di oliva. Vediamolo nel dettaglio.

Pulire il parquet con l’aceto

Con l’eccezione del parquet oliato, l’aceto è un ottimo igienizzante naturale da usare sul pavimento in legno. Ovviamente va diluito con acqua in quantità pari, e lo straccio va strizzato bene per non utilizzare una quantità di acqua eccessiva per il legno.

Lavare il parquet con l’alcool

Anche l’alcool, come l’aceto, è ottimo per pulire a fondo il parquet senza danneggiarlo. Anche questo va diluito in un secchio d’acqua in cui immergere lo straccio per il pavimento, che vai poi strizzato molto bene prima di passarlo sul legno.

Un detergente naturale con olio di oliva e limone per lucidare il parquet

Olio di oliva e limone sono gli ingredienti di una ricetta per far risplendere il parquet come il primo giorno. Infatti, mentre il primo restituisce lucentezza, il secondo ha un potere smacchiante.

La soluzione prevede 100 cl di olio di oliva con 30 cl di succo di limone. Puoi mescolare i due ingredienti in uno spruzzino, per irrorare direttamente la superficie prima di passare con un panno asciutto.

Pulire il parquet con il vapore: si o no?

L’utilizzo delle macchine da lavaggio a vapore sul parquet va evitato perché troppa acqua e troppo calore danneggiano il legno. Quindi, a meno che la tua macchina a vapore non preveda una funzione apposita per i pavimenti in legno, utilizza il metodo tradizionale del panno in microfibra inumidito.

 

E ora non resta che… metti la cera, togli la cera!

Sara
Sara
Per complicarmi la vita dopo la laurea in lettere sono riuscita a non diventare né giornalista né professoressa. Invece, appassionata di interior design, dal 2013 mi occupo di copywriting scrivendo per blog e testate che si occupano di arredamento.
Ultimi articoli

Scrivi un commento

Contattaci!

Contattaci per un'informazione, un suggerimento, un acquisto..

Not readable? Change text. captcha txt
Shares