Il curioso caso della madia: soggiorno o cucina?

Versatilità è una delle principali parole d’ordine dell’arredamento moderno. Non potrebbe essere altrimenti, dato che si fa sempre più forte l’esigenza di conciliare esigenze estetiche e pratiche con la vivibilità generale degli spazi.

credenza-moderna-soggiorno-living

Per raggiungere questo risultato è fondamentale concentrarsi bene sulla scelta e sulla collocazione dei mobili. Uno dei più interessanti da gestire da questo punto di vista è senza dubbio la madia, conosciuta anche come credenza.

Dove mettere la madia?

Dove collocare la madia? In cucina o nell’ambiente living?

La scelta è ovviamente personale e soggettiva, estremamente determinata dalla tipologia di arredamento che hai scelto per la tua casa.

Ciononostante, ci sono comunque alcuni utili consigli che possono essere presi in considerazione, prima di fare una scelta: vediamoli insieme!

Credenze classiche e ambiente minimal

Il primo riguarda il vantaggio di collocare una credenza antica in una cucina dall’arredamento minimale.

credenza-madia-classica-cucina

In questo modo, senza appesantire eccessivamente l’estetica generale, si riesce a dare spazio a quel calore che è fondamentale in un locale deputato alla creatività e alla condivisione di momenti importanti con le persone più care.

Madie e Shabby Chic

Questa è senza dubbio una scelta molto apprezzata da chi ama arredare la propria casa, ma non certo l’unica possibile.

Oggi, quando si parla di credenza, si chiamano in causa anche elementi caratterizzati da un alto livello di personalizzazione, realizzati magari su misura per adattarsi alle dimensioni di una cucina moderna o improntata a un determinato stile.

Questo significa, per esempio, che se in cucina domina lo stile Shabby Chic e si è scelto di dare spazio a una specifica cromia pastello, ci si può orientare su una credenza che si armonizzi con il resto dell’arredamento.

Il mobile può essere decapato o meno. Quello che conta è che, al primo sguardo, la madia si sposi con il resto degli elementi d’arredo.

Quanto dev’essere grande?

Un altro aspetto importante da considerare è quello delle dimensioni della madia da prendere.

Quando ci si concentra sulla scelta della credenza per la cucina, si può spaziare notevolmente. Le credenze di grandi dimensioni possono infatti rivelarsi congeniali a livello pratico.

madia-credenza-legno-cucina

Per quale motivo? Per capirlo basta pensare ai numerosi piatti da riporre, ma anche alle tazze, alle posate, alle tovaglie per diverse occasioni.
C’è chi decide di evitare questo approccio e di optare per una credenza bassa. Questa scelta, in linea di massima, viene fatta quando non si ha voglia di esporre piatti o altri oggetti che, solitamente, vengono riposti nella vetrinetta.

E le madie in salotto?

Parliamo ora della credenza in salotto. Anche in questo caso, sono diverse le soluzioni utili per valorizzare al massimo un mobile ricco di storia, che richiama alla mente il ricordo delle case antiche, con le nonne che riponevano nella credenza stoviglie e corredi.

In salotto conta molto il design. Nella maggior parte dei casi, l’ambiente living è il primo che viene visto dagli ospiti. É sempre più diffuso l’open space. Per renderlo gradevole dal punto di vista estetico, è bene scegliere una credenza curata dal punto di vista delle finiture, che possono essere in metallo, in legno ma anche in altri materiali.

Per la madia del salotto si può giocare molto con i materiali, creando degli effetti di calore o di maggior rigore a seconda dello stile generale dell’arredamento.

Non c’è che dire: la credenza, un mobile ricco di storia e di fascino, si è evoluto in maniera speciale, diventando un formidabile alleato di chi ama arredare la casa con stile!

Lascia un commento

Carrello
Torna su